logolagottoromagnolo

INFORMAZIONI

CHI SIAMO

logolagottoromagnolo

Tel.:     +39 393 828 4848

 

Email:  prestifilippofernando@gmail.com

Il Lagotto Romagnolo del Monte Verna


facebook
linkedin
whatsapp

La Storia del Lagotto Romagnolo  

Sito web realizzato da Studio Ing. Carmelo Bartolone    Versione 2021

Alt-tag

 

Il Lagotto Romagnolo è un cane specializzato nella ricerca del Tartufo su qualsiasi tipo di terreno; si tratta dell’unica razza esistente al mondo specializzata nella ricerca del prezioso tubero.

 

Tipico cane da acqua, di mole medio-piccola, è un leggero mesomorfo con tronco che tende al quadrato; l’aspetto generale è rustico, forte e ben proporzionato, se ne intuisce la funzionalità nel lavoro.

 

L’espressione è attenta, intelligente e vivace.

 

Mentre lavora esibisce passione ed efficienza, sfruttando la innata attitudine alla cerca e l’eccellente olfatto. L’istinto venatorio è stato cancellato, così non viene distratto dal selvatico.

 

Affettuoso e legatissimo al padrone, è anche un eccellente cane da compagnia, molto addestrabile.

 

Il Lagotto Romagnolo, dal carattere sobrio come i veri campagnoli, ha le tipiche sembianze di un cane che viene dal passato e l’espressione dolce ed attenta dei cani di razza italiana.

 

Osservandolo si ha una sensazione di cose antiche, arcaiche, giunte fino a noi per miracolosa sorte, sfidando il tempo, la storia e le vicende umane.

 

Il nome di Lagotto deriva quindi, sicuramente, dalla sua funzione primitiva di cane da acqua. Del resto nel dialetto romagnolo “Càn Lagòt” è sinonimo di “cane da acqua” o “cane da caccia in palude dal pelo riccio e ispido”.

 

La spiccata attitudine alla cerca, la grande addestrabilità e l’ottimo olfatto, fecero col tempo del Lagotto un efficace cane da tartufi.

 

A causa delle bonifiche che, nel corso di decenni, hanno costantemente ristretto l’immensa palude comacchiese e romagnola facendo scomparire quasi del tutto i vallaroli, anche il Lagotto perse progressivamente la sua funzione di cane acquatico, specializzandosi gradualmente come tartufaio. Il periodo di passaggio fra le due funzioni è databile tra il 1840 ed il 1890.

 

Si può addirittura dire che nell’intervallo di tempo tra le due guerre mondiali la quasi totalità degli ausiliari canini dei tartufai romagnoli e delle zone limitrofe erano Lagotti.

 

In seguito la pressoché totale sostituzione dell’appoggio vivo della vite con i pali di cemento ed i progressivi disboscamenti hanno sempre più rarefatto il tartufo, specie in pianura.

 

Il Lagotto si rivelò così adattissimo, soprattutto per quel suo pelo a riccio stretto molto fitto, alla cerca del tartufo nei boschi e nelle spinaie collinari, nel periodo autunno-inverno.

 

Già a partire dal 1920 il Lagotto era ben conosciuto nelle valli dell’Appennino Romagnolo, valle del Senio, del Lamone e particolarmente anche nella valle del Santerno.

 

Bisogna considerare che allora a nessuno interessava il Lagotto come razza canina pura: le razze già esistenti erano considerate più che sufficienti e gli incroci erano apprezzati spesso ancor di più per la loro robustezza, carattere e resistenza alle malattie. I tartufai hanno sempre operato in allevamento in modo totalmente empirico (al di fuori di ogni regola genetica) badando esclusivamente al risultato pratico immediato: ottenere il miglior soggetto da tartufi, Lagotto o non Lagotto che fosse.

 

In questo modo il Lagotto, giunto nelle vallate romagnole fissatissimo dai continui accoppiamenti in stretta consanguineità effettuati dai vallaroli delle paludi comacchiesi, cominciò ad essere inquinato da ripetute e ingiustificate intromissioni di sangue estraneo.

 

 

L'obiettivo dell'Allevamento del Monte Verna è la tutela del Lagotto Romagnolo.

 

La nostra volontà è di selezionare questa razza secondo Salute, Carattere, Morfologia ed Attitudine alla ricerca del Tartufo.

 

​Diamo la possibilità di fare Escursioni alla ricerca del Tartufo, offriamo il servizio di Pensione per i nostri amici a 4 zampe, Addestramento di tutte le razze di cani ad ubbididienza, guardia e difesa, ricerca del Tartufo

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder